D. L. “AIUTI TER” – ULTERIORI CREDITI D’IMPOSTA PER ENERGIA ELETTRICA E GAS

Ottobre 5, 20220

In data 23.09.2022 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto legge n. 144/2022 (cosiddetto “Aiuti ter”), con il quale sono state incrementate le agevolazioni già riconosciute per il secondo e terzo trimestre 2022.

In aggiunta a quanto già stabilito per il secondo e terzo trimestre 2022 in materia di crediti d’imposta, di interesse per i panifici il decreto prevede:

  • per le imprese “non energivore” dotate di contatori con potenza disponibile pari o superiore a 4,5 KW (in precedenza era 16,5 KW) è riconosciuto un credito d’imposta del 30%della spesa sostenuta per l’acquisto di energia elettrica utilizzata nei mesi di ottobre e novembre 2022;
  • per le imprese “non gasivore” è riconosciuto un credito d’imposta del 40% della spesa sostenuta per l’acquisto di gas consumato nei mesi di ottobre e novembre 2022, per usi diversi da quelli termoelettrici.

I crediti di imposta sono concessi in caso di incremento dei costi calcolati sulla media dei prezzi del terzo trimestre 2022, al netto di imposte ed eventuali sussidi, superiore al 30% del corrispondente prezzo medio nel terzo trimestre 2019.

I crediti sono da utilizzare in compensazione tramite modello F24 entro il 31 marzo 2023.

Tale scadenza è stata estesa anche ai crediti relativi ai consumi del terzo trimestre 2022 di cui al l DL n. 115/2022 del 9 agosto scorso.

Inoltre, al fine di supportare la liquidità delle imprese nel contesto dell’emergenza energetica, è prevista la concessione di garanzie gratuite, da parte di SACE e del Fondo PMI per i finanziamenti concessi dalle banche alle imprese per esigenze relative al pagamento delle bollette emesse nei mesi di ottobre e novembre 2022.

Fatte salve le dovute differenze relative ai periodi di riferimento, per le modalità di calcolo si richiama la nostra precedente informativa.

Attenzione:

verificate l’applicazione dell’imposta di consumo ridotta da parte del vostro  fornitore di gas metano.

Accade raramente ma, in seguito a cambi di fornitore del gas metano, il panificio potrebbe trovarsi a pagare un’imposta di consumo non dovuta perché l’esenzione dall’imposta non è stata correttamente comunicata in occasione del cambio del fornitore.     

 Aliquota IVA ridotta per l’energia elettrica

Per quanto riguarda l’energia elettrica si segnala che è possibile richiedere la riduzione dell’aliquota IVA al 10% per uso produttivo soltanto nei casi in cui siano presenti contatori separati per il laboratorio e per il negozio.

I nostri uffici sono a disposizione per ogni necessità di chiarimento (tel. 035.4241211 – 212 – 241).

 

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *